• img

Finanziamenti

  • Acquista da Centrarredi Srl e paghi con comode rate mensili.

    Avrete bisogno per un finanziamento? Con Centrarredi Siracusa sono pochissimi documenti richiesti: di solito è sufficiente l'attestazione di un reddito, meglio se da lavoro a tempo indeterminato o nella pubblica amministrazione, un conto corrente e che il richiedente non sia iscritto nella lista dei cattivi pagatori.

    Lavoriamo anche con compagnie che finanziano clienti anche senza busta paga.

    Come funziona il Bonus mobili?

    Il Bonus mobili rappresenta una novità importante. Chi eseguirà lavori di ristrutturazione potrà usufruire anche di uno sconto IRPEF del 50% sulla spesa documentata sostenuta per l’acquisto di arredi da utilizzare nell’immobile sottoposto a lavori, fino a un tetto massimo di spesa di 10.000. La notizia ha fatto naturalmente saltare di gioia tutto il comparto rappresentato da Federlegnoarredi, di cui Centrarredi Siracusa fa parte. La Detrazione 50% sulle spese di ristrutturazione si estende anche alle “ulteriori spese documentate di mobili finalizzato all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazioni”.

    Due gli elementi fondamentali per comprendere quando si può sfruttare il Bonus Mobili:

    1. Le spese devono essere documentate, quindi occorre avere una regolare fattura di acquisto e la ricevuta di pagamento con un sistema tracciabile come il bonifico bancario o postale; esattamente come per gli altri interventi edilizi agevolabili con la Detrazione 50%.

    2. I mobili acquistati devono essere utilizzati per l’arredo dell’unità immobiliare oggetto di ristrutturazione. Come a dire: non c’è Bonus Mobili se non c’è una ristrutturazione edilizia di un appartamento.

    La Detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie rimarrà dunque valida fino al termine dell’anno in corso e prevede un tetto massimo di spesa detraibile di 96.000 euro, suddivisi in 10 rate di pari importo annuali.A tale importo si aggiunge il Bonus Mobili aggiuntivo per l’acquisto di mobili destinati all’arredamento di immobili ristrutturati. Per l’acquisto di mobili il tetto massimo di spesa è di 10.000 euro di cui è detraibile il 50% in dieci anni.

    Chi può beneficiare del Bonus Mobili?

    Possono beneficiare del provvedimento tutti coloro che hanno avviato una ristrutturazione a partire dal mese di luglio 2012 fno al 31 dicembre 2014.

    Che tipo di arredi rientra nel Bonus Mobili?

    La versione del decreto uscito dal CdM parla di “acquisto di mobili”, senza specificare che debbano essere fissi o in muratura, quindi il Bonus Mobili si estendere a tutte le tipologie di arredo, purché utilizzata per l’arredamento di un immobile ristrutturato.